Stampa

Rinnovo patente: ecco le nuove regole

Scritto da Redazione on . Postato in News Legislative

Sono entrate in vigore le nuove regole per il rinnovo della patente di guida: sparisce il bollino adesivo da attaccare sulla patente; gli automobilisti, una volta ottenuto il rinnovo, riceveranno una nuova patente.

La nuova patente verrà spedita a casa (all’indirizzo di residenza), ma l’utente dovrà pagare i costi della spedizione (assicurata).

Il rinnovo avverrà con una procedura telematica: gli operatori abilitati e forniti di credenziali e pin, accederanno al Portale dell’Automobilista; la nuova procedura prevede due fasi: nella prima verranno verificati, ed eventualmente modificati, i dati presenti nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida; nella seconda, il medico inserirà nella “maschera” dell’automobilista i dati del rinnovo e le eventuali prescrizioni, la foto e la firma “scannerizzate”.

Il costo dell’operazione sarà di 25 euro. Al termine della procedura, verrà rilasciata all’utente una ricevuta che consente la guida per sessanta giorni, termine entro il quale riceverà nella propria abitazione il duplicato della patente rinnovata, una card simile alla precedente ma stampata con nuove modalità laser e criteri anti-falsificazione.

Il rinnovo della patente non sarà, quindi, più attestato dall’applicazione del bollino adesivo, ma dall’emissione di una nuova patente, che dovrà essere ritirata all’ufficio postale.

Ma quanto costerà questa nuova procedura? Ai 25 euro (16 euro di imposta di bollo più 9 euro per i diritti alla Motorizzazione) vanno aggiunti il costo delle fototessere, il costo della visita medica e 6,86 euro di assicurata da versare al momento del ritiro della nuova patente.

Ricordiamo che la patente va rinnovata ogni 10 anni fino ai 50 anni d’età, poi ogni 5 fino ai 70, che diventano tre fino a 80. Quando si superano gli 80, il rinnovo va fatto ogni due.

Attenzione alla scadenze, perché chi circola con la patente scaduta rischia una multa salata (da 159 euro a più di 600) e il ritiro della stessa; e in caso d’incidente, l’assicurazione non paga.