Questo sito utilizza cookie di terze parti Se vuoi saperne leggi l informativa completa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi Informativa Completa

Hai rifiutato cookie. Questa decisione puÚ essere invertita .

Hai appena dato il permesso ai cookie per essere immessi sul vostro computer. Questa decisione puÚ essere invertita .

La Camera approva la riforma del processo civile

Scritto da Redazione on . Postato in News Legislative

Sì dell'Aula della Camera al ddl delega per la riforma del processo civile. Il testo, approvato a Montecitorio con 261 voti a favore, 134 contrari e 29 astenuti, passa al Senato. Nell'opposizione, solo Fi si è astenuta.

La riforma del processo civile "segna indubbiamente un cambio di passo nella direzione di una giustizia veloce, efficiente e al servizio dei cittadini, una riforma essenziale per la competitivit√† del Paese". Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia della Camera, e Giuseppe Berretta e Franco Vazio, relatori del provvedimento, commentano cos√¨ il voto dell'aula: "Quella approvata oggi √® una riforma che garantir√† processi dai tempi certi e prevedibili semplificando i riti e puntando sempre pi√Ļ sulla specializzazione dei magistrati. In commissione, in sinergia con il governo, abbiamo arricchito e migliorato il testo e abbiamo raggiunto un equilibrio ottimale tra le garanzie di un processo giusto e le esigenze di un processo rapido". L'auspicio, sottolineano i tre esponenti del Pd, √® che "al Senato il ddl possa ora procedere con celerit√†, insieme alla riforma del processo penale e della prescrizione gi√† da tempo approvata dalla Camera. Sono tutti interventi strutturali - concludono - che rientrano in un disegno riformatore coerente e coraggioso, un disegno riformatore che punta a una giustizia di qualit√† ed efficace".

Intanto il Senato ha approvato il ddl recante la delega al Governo per la riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace. Il provvedimento in prima lettura al Senato passa ora all'esame della Camera.

Ansa.it