Corte di Cassazione Ordinanza n. 9188/17 – sinistri stradali –indennizzo diretto – responsabile civile –litisconsorzio necessario – 13.04.2018.-

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza in oggetto, ha confermato il proprio recentissimo orientamento, secondo cui : “il responsabile civile deve essere citato anche in caso di pretesa rivolta direttamente al proprio assicuratore poiche’ “il sistema previsto dal Decreto Legislativo n. 209 del 2005 e’, per certi versi, identico a quello preesistente…… il litisconsorzio risulta essere necessario al fine di evitare che il danneggiante responsabile possa affermare l’inopponibilita’, nei suoi confronti, dell’accertamento giudiziale operato verso l’assicuratore del danneggiato, posto che i due assicuratori dovranno necessariamente regolare tra loro i relativi rapporti”. REPUBBLICA ITALIANA IN…

Corte di Cassazione n. 7066/2018 – sanzioni amministrative - rilevamento automatico infrazione – notifica verbale deve essere effettuata entro 90 giorni – 21.03.2018 -

La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, ha ribadito che in tema di sanzioni amministrative derivanti da infrazione del codice della strada, qualora sia impossibile procedere alla contestazione immediata, il verbale deve essere notificato al trasgressore entro il termine fissato dall'art. 201 cod. strada (novanta giorni), a nulla rilevando la difficoltà connessa all'attività dell'Amministrazione, chiamata a gestire un numero elevato di violazioni registrate ( nel caso di specie autovelox). CORTE DI CASSAZIONE VI SEZIONE CIVILE SENTENZA N. 7066 Anno 2018 Presidente: D'ASCOLA PASQUALE Relatore: PICARONI ELISA Data pubblicazione: 21/03/2018 ORDINANZA sul ricorso 5702-2016 proposto da:…

Corte di Cassazione Ordinanza n. 1951/2018 – controversia relativa al pagamento onorari avvocato – competenza territoriale – foro del consumatore – 25.01.2018

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza in esame, ha ribadito: “sul tema della natura del foro del consumatore, la giurisprudenza consolidata di questa Corte regolatrice afferma che si tratta di foro esclusivo e inderogabile, a meno che la previsione di altri fori sia stata oggetto di trattativa tra le parti, giusta la previsione dell'art. 33, secondo comma, lett. u), d.lgs. n. 206 del 2005, e che la prova di tale circostanza costituisce un onere preliminare a carico del professionista che intenda avvalersi della clausola di deroga, ponendosi l'esistenza della trattativa come un prius logico rispetto alla dimostrazione della natura non vessatoria di siffatta clausola” CORTE DI CASSAZIONE VI…

Corte di Cassazione, Ordinanza n. 1974/2018 – cartelle esattoriali –notifiche –l’agente della riscossione non può attribuire autenticità agli avvisi di ricevimento – 26.01.2018. -

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza in esame, ha precisato che: “non si può affermare che l'agente della riscossione, che è parte di un giudizio ed al quale è richiesto di dare prova dell'espletamento di una attività notificatoria, sia consentito di attribuire autenticità agli avvisi di ricevimento, che costituiscono documenti di provenienza dell'ufficiale postale, dato che l'autenticazione della copia può essere fatta: a) dal pubblico ufficiale dal quale l'atto è stato emesso; b) o presso il quale è depositato l'originale” CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE V CIVILE ORDINANZA N. 1974 Anno 2018 Presidente: DI IASI CAMILLA Relatore: ZOSO LIANA MARIA TERESA Data pubblicazione: 26/01/2018…
Errore
  • Il plugin ReCaptcha deve avere una Public Key impostata nei parametri. Contatta un amministratore del sito.

Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account. Il nome utente ti verrà inviato via email.